Categoria

Amministrazione Finanza e Legale

Obiettivi

Perché? Perché il primo aspetto da chiarire in una vendita internazionale è quali sono le regole / normative da seguire in un rapporto tra due soggetti stabiliti in due paesi diversi (che hanno due ordinamenti normativi diversi). Il secondo è il “chi fa che cosa”. In una vendita internazionale ci si trova di fronte a: predisposizione documenti (commerciali, doganali, trasporto, etc.), caricamento, incarico spedizione / trasporto, fissaggio carico, assicurazione merci, accettazione container, passaggio rischi su merce viaggiante, sdoganamento export e import, pagamento diritti di confine, VGM, passaggio della proprietà, etc. Se la ripartizione di tali attività tra venditore e acquirente non è chiara, ne derivano inevitabilmente dei problemi dovuti al fatto che né venditore, né acquirente ritengono sia una propria obbligazione

Calendario

22/11/2023


Orario

09.00 - 18.00

Durata

4 ore

Docente

SCALCO ENRICO

Modalità

E-Learning

Persone di riferimento

  • Elisa Ceolin

I CONTRATTI INTERNAZIONALI E IL CORRETTO UTILIZZO DEGLI INCOTERMS

Show Full Hide Full

programma

Il contratto internazionale di vendita di beni (CENNI): – Principali modalità: Contratto ad hoc; Condizioni generali di vendita (e condizioni generali di acquisto); Contratto di vendita con offerta e conferma d’offerta; Accordo verbale. – Differenze normative rispetto al contratto di vendita nazionale Le principali fonti / caratteristiche della contrattualistica internazionale (CENNI): – Libertà delle parti;…

Il contratto internazionale di vendita di beni (CENNI):
– Principali modalità: Contratto ad hoc; Condizioni generali di vendita (e condizioni generali di acquisto);
Contratto di vendita con offerta e conferma d’offerta;
Accordo verbale.
– Differenze normative rispetto al contratto di vendita nazionale

Le principali fonti / caratteristiche della contrattualistica internazionale (CENNI):
– Libertà delle parti; – Lex mercatoria internazionale (nella quale rientrano gli Incoterms);
– Convenzione di Vienna del 1980; – Legge applicabile (obbligazioni contrattuali ed extracontrattuali);
– Norme inderogabili; – Foro competente e clausola arbitrale;
– Riconoscimento delle sentenze e del lodo arbitrale;
– Forma del contratto, lingua del contratto, formazione del contratto e accettazione del contratto.

Incoterms: Cosa sono e a cosa servono (non sono una clausola di trasporto, ma una clausola di vendita e quindi contrattuale).

L’importanza di una scelta consapevole del termine di resa per tutelare l’azienda da rischi inutili.

Potere vincolante degli Incoterms: come vincolano e perché vincolano le parti

Cosa disciplinano e cosa non disciplinano gli Incoterms.

Le ripercussioni degli Incoterms su:
– accordi contrattuali;
– aspetti commerciali;
– passaggio dei rischi sulla merce viaggiante da venditore a compratore;
– formalità doganali export e import;
– affidabilità doganale;
– trasporto e responsabilità nella filiera del trasporto;
– fiscalità indiretta Iva;
– pagamento della fornitura.

Analisi dei termini di resa Incoterms 2020: EXW, FCA, FAS, FOB, CPT, CIP, CFR, CIF, Pagina 2 di 2 DAP, DPU, DDP, secondo il seguente schema:
a. come va scritto,
b. modalità di trasporto con cui si può utilizzare,
c. consegna e passaggio dei rischi,
d. ripartizione dei costi,
e. assicurazione,
f. obbligazioni sdoganamento export e import.

Il passaggio della proprietà: un aspetto da gestire a parte rispetto al termine di resa (CENNI).

Leggi tutto
Chiedi informazioni

corso dedicato a:

  • Occupati
Tariffa non associati
340
+ IVA 22%
Tariffa associati
260
+ IVA 22%
Tariffa fidelity
230
+ IVA 22%
Per i dipendenti della stessa azienda, sconto del 10% dalla seconda iscrizione in poi a valere sullo stesso corso.
array(1) { [0]=> string(32) "Amministrazione Finanza e Legale" }